L’ESPERIENZA DELLE ARCHISTAR E LA CREATIVITA’ DEI GIOVANI ARCHITETTI. DAL 1 DICEMBRE ALLA MOSTRA D’OLTREMARE APRE IL ‘LABORATORIO’ ARKEDA

Nov 12th, 2017 | Di cc | Categoria: Cronaca Regionale

Giunta alla quinta edizione, la Mostra Convegno organizzata da Progecta lancia insieme al Comune di Napoli un concorso riservato ai giovani professionisti che punta alla riqualificazione delle aree urbane secondo il regolamento Adotta una Strada. Debutta la Sezione Moda dell’Unione Industriali. Il 30 novembre anteprima con Arkeda Open House

Alla Mostra d’Oltremare di Napoli da venerdì 1 a domenica 3 dicembre  torna ARKEDA, la Mostra Convegno dedicata all’Architettura, al Design, all’Edilizia e all’Arredo organizzata da Progecta.
Giunta alla quinta edizione, ARKEDA è l’unico evento nel suo genere che si svolge nell’area del Mediterraneo e di fatto fa di Napoli un preciso punto di riferimento per l’incontro fra le aziende, grandi studi di architettura e professionisti del settore.
Sull’onda del successo delle precedenti edizioni che hanno visto ad ARKEDA la presenza di importanti brand dell’arredo e del design sia nazionale che internazionale e di famose Archistar (Cleto Munari, Piero Lissoni, Rossella Pugliatti), la Mostra Convegno propone anche quest’anno un ricco parterre di protagonisti e di novità.
Tema di ARKEDA 2017  sarà “Architettura e Società… cerco Eldorado”  e condurrà professionisti, aziende  ed ospiti della manifestazione a focalizzare l’attenzione sulla ricerca di un nuovo sistema in equilibrio tra ambiente costruito e ambiente naturale.

I GIOVANI ARCHITETTI NAPOLETANI PER LA RIQUALIFICAZIONE URBANA
ARKEDA quest’anno è il punto di partenza di un concorso dedicato ai giovani architetti napoletani, che punta alla riqualificazione del territorio. Organizzato con il patrocinio del Comune di Napoli, il concorso gode del  patrocinio anche  di ADI Campania, dell’Ordine degli Architetti di Napoli.
“Il concorso coglie le finalità del Regolamento “Adotta una Strada”, approvato dal Comune di Napoli, che rende possibile la partecipazione diretta dei cittadini al processo di progettazione e cura degli spazi urbani, in un percorso coordinato con lAmministrazione” ha commentato l’assessore all’Urbanistica del Comune di Napoli, Carmine Piscopo, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione di ARKEDA 2017 che si è svolta all’Unione Industriali di Napoli “Mi auguro – ha poi proseguito - che le proposte che saranno presentate dai giovani architetti possano rispondere alle richieste e alle necessità del territorio e offrire un contributo significativo per la riqualificazione di aree cittadine”.

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ARCHITETTI PARLA DI MICROCREDITO

“Dopo la prima esperienza dello scorso anno, torna ad Arkeda anche il Consiglio Nazionale degli Architetti. “Arkeda è l’evento che mancava nel centro sud Italia per i professionisti del nostro settore – ha dichiarato nel corso della conferenza stampa  Luisa Mutti, rappresentante dell’organismo nazionale – Focus della partecipazione di quest’anno sarà il seminario organizzato insieme all’Ente Nazionale per il Microcredito che si svolgerà domenica 3 dicembre nel corso del quale spiegheremo come stiamo promuovendo e portando avanti uno sviluppo di nuovi ambiti di lavoro che portano qualità a tutto il sistema professionale e imprenditoriale.

Vogliamo costruire progetti in cui l’architetto riveste un ruolo principale, assume un ruolo importante e si qualifica anche su aspetti che tendono a far ampliare la nostra figura. E poi vogliamo portare avanti soprattutto la qualità del concetto architettonico e dei concorsi che servono per la rigenerazione urbana.

Il seminario riguarderà la nuova misura per cui sono stati stanziati dalla Biper (Banca associata a Microcredito) 5 milioni di euro per un progetto dedicato agli architetti nell’housing microfinance per la microricettività. E’ un fatto importante perche muove il mercato del lavoro e fa rete fra imprenditori, progettisti, mondo della finanza e i cittadini che possono mettere a reddito i loro beni”.

DEBUTTA LA SEZIONE MODA DELL’UNIONE INDUSTRIALI
La Mostra Convegno organizzata da Progecta vede quest’anno anche la realizzazione del connubio Moda-Design grazie al debutto della Sezione Moda dell’Unione Industriali che va a rinforzare la presenza confindustriale già assicurata fin dalla prima edizione dalla Sezione Legno e Arredo.
Sarà allestita un’area espositiva/mostra/laboratorio che traccerà l’inizio di un percorso di connubio tra MODA E DESIGN, nei distretti produttivi, nella comunicazione, negli eventi, nel retail e vetrine, nella formazione e nel lavoro.

RICCO PARTERRE DI ARCHISTAR
Saranno di grande spesso re internazionale le presenze dei Maestri dell’Architettura e del Design  che animeranno le sessioni di lavoro di ARKEDA. Carlo Cappai e Maria Segantini porteranno a Napoli le idee di C+S, pluripremiato studio che opera a livello internazionale nei vari settori dell’architettura: il design urbano e il design del paesaggio, il design architettonico, il design degli interni sia per il settore privato che per quello pubblico.
L’architetto romano Alberto Giobbi racconterà le idee di OUTSTUDIO, che si occupa della progettazione di interventi di trasformazione e riqualificazione dell’ambito urbano, mediante progetti di nuove costruzioni, o manutenzione e recupero del patrimonio edilizio esistente, spazi a verde pubblico o percorsi pedonali e ciclabili in abito paesaggistico.
Riflettori puntati poi sulle realizzazioni di Davide Vargas, architetto campano, allievo di Riccardo Dalisi, mentre a raccontare le ragioni del design arriverà il Presidente e CEO di Tecno spa, Giuliano Mosconi, artefice della creazione del Gruppo Poltrona Frau di cui è stato amministratore delegato, oltre che Presidente di Cappellini Cap Design SpA e  Presidente e CEO Cassina SpA prima di avviare nel 2009 la nuova iniziativa imprenditoriale di cui oggi è alla guida.

SPAZIO ALLA FORMAZIONE
La manifestazione gode del patrocinio degli Ordini degli Architetti, degli Ingegneri, delle Associazioni di Designer delle Universita? Federico II e Seconda Universita? di Napoli, a garanzia dell’alto profilo dell’evento prevede anche quest’anno numerosi corsi di aggiornamento con rilascio di crediti formativi ed una serie di dibattiti e workshop dedicati ai professionisti.

ARKEDA OPEN HOUSE, IL FUORI SALONE CHE NON C’ERA
Tra le novità di quest’anno, assolutamente originale ed in tema con la volontà di aprirsi al pubblico finale è Arkeda Open House 2017, evento off site che il 30 novembre anticiperà la fiera e promette di allargare l’attenzione a tutti gli appassionati del bello e del comfort, frutto di progettazioni architettoniche attente. Si tratta di un numero zero, ideato dalle giornaliste Annalisa Tirrito e Daniela Ricci, ma con un fil rouge prepotente, che fin dall’inizio si lega ai temi e agli intenti alla Mostra Convegno dell’Architettura, Edilizia, Design & Arredo organizzata da Progecta. Il fine è quello di catalizzare l’attenzione del pubblico sul grande tema dell’architettura, come agglomerato di strutture, case, ville e palazzi che compongono la nostra città e come tali di interesse trasversale per tutti. Perciò case e studi di architettura si aprono al pubblico come vetrine, per salotti dove raccontare il proprio lavoro in convivialità. Va da se che ognuno persegue il meglio, per tutte le tasche e a tutti i livelli, per raggiungere il proprio comfort, e talvolta sono le piccole accortezze che fanno la differenza. Motivo che ha reso il pubblico informato ed esigente, perciò interessato ad appuntamenti di settore proposti dagli architetti per un panorama d’offerta ampio, che spazia dagli incontri professionali in fiera a quelli per gli utenti finali in open house nella giornata di giovedi 30. La casa, il focolare, l’intimità sono per Arkeda Open House, punti di forza, che vanno dritto al cuore, proponendo un itinerario di case e studi di architetti aperte e visitabili, dove il professionista attento propone il suo stile, attraverso una visita guidata negli ambienti o una performance live, per raccontare dal vivo come vivono il design e gli spazi coloro che di piantine e progetti ne hanno fatto una professione.

Lascia un commento

Devi essere Autenticato per scrivere un commento