Da Multicedi 160mila euro a strutture sanitarie campane e varie donazioni di beni di prima necessità

Mar 30th, 2020 | Di cc | Categoria: Salute

Da Caserta a Salerno, passando per Benevento e Avellino. Per offrire un contributo diretto alla lotta contro il Coronavirus, i punti vendita Decò del Gruppo Multicedi hanno effettuato una serie di donazioni alle strutture sanitarie di tutte le Asl della Campania.

L’importo complessivo è di 160mila euro diviso tra le ASL 1, 2 3 di Napoli (coinvolti direttamente l’Ospedale Cotugno dell’Azienda Ospedaliera Specialistica dei Colli, l’Ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno di Ischia e l’Ospedale del Mare) e le ASL di Caserta, Benevento, Avellino e Salerno.

 

Diverse le donazioni di beni di prima necessità alla Caritas ed alla Fondazione Banco Alimentare Campania, da parte di Multicedi, per aiutare le persone indigenti e quelle in prima linea da gennaio di quest’anno con più donazioni e specialmente ora durante l’emergenza, per un valore commerciale di oltre 80mila euro.

 

Sempre in tema di impegno sociale, condividendo lo slogan “la fame non va in quarantena”, il Gruppo ha avviato diverse partnership con Associazioni no profit locali e protezione civile per sostenere l’iniziativa della “spesa sospesa”. Nello specifico Multicedi è il primo gruppo della grande distribuzione alimentare ad avviare una partnership con Agrocepi confederazione agroalimentare, la cui istanza è stata accolta dalla Prefettura di Salerno che coordinerà le attività sulla provincia. Sul modello del caffè sospeso “’O cafè suspiso”: in tanti punti vendita del gruppo Multicedi ogni cliente potrà depositare alcuni prodotti (preferibilmente di prima necessità) in un carrello posto oltre le casse dei punti vendita, ritirato alla fine di ogni giorno dal personale delle associazioni no-profit locali o dalla Protezione Civile, per essere distribuito ai cittadini indigenti.

 

Il Gruppo Multicedi, infine, partecipa a “Una goccia nell’oceano” lanciata con l’hashtag #pocomatanto, e portata avanti da Fondazione Banco di Napoli. Dedicata agli ospedali, ai medici di prossimità e ai nuclei familiari in difficoltà per la chiusura delle attività di commercio e artigianato, l’iniziativa aiuta i nuclei familiari colpiti dagli effetti del lockdown. Distribuiti pacchi alimentari in collaborazione dei supermercati Decò, con l’aiuto logistico della Croce Rossa, Protezione Civile, parroci e associazioni di volontariato.

 

 

Multicedi, nata nel 1993 a Pastorano (CE) per iniziativa di un gruppo di imprenditori campani, è oggi una realtà di punta della GDO del Centro-Sud Italia, principalmente in Campania. Stando agli ultimi dati Nielsen - GNLC del gennaio 2020, Multicedi è leader GDO in Campania con una quota di mercato del 17,38%, considerando tutti i format: Iper, Super e Liberi Servizi e Discount. La quota sale al 21,75% nel mercato che considera soltanto Iper, Super e Liberi Servizi. Nel 2019, ha registrato un fatturato di oltre 1,2 miliardi di euro, proprietaria di 6 marchi insegna: Decò, Adhoc Cash&Carry, Ayoka e i più recenti format Dodecà, SuperRisparmioso e Sebòn. In termini di occupazione, il Gruppo impiega 800 dipendenti diretti ed un indotto di altre 4.500 famiglie.

Multicedi srl porta con sé, oltre al marchi succitati di cui è diretta proprietaria, anche i pdv Ciro Amodio e Flor do Cafè. Nel gennaio del 2016, Multicedi è entrata a far parte del Gruppo VèGè per la creazione del più grande network italiano nelle attività di convenience, con oltre 3.500 pdv a varie insegne coinvolti.

 

Lascia un commento

Devi essere Autenticato per scrivere un commento