Si chiude il Giubileo della famiglia vocazionista

Ott 16th, 2021 | Di cciotola | Categoria: Religione

Oggi presieduta da sua eccellenza Pascarella la celebrazione Eucaristica per la chiusura del Giubileo della famiglia vocazionista. Presso la Casa Madre delle suore vocazioniste in Corso Duca d’Aosta presenti i due rami della congregazione, ovvero quello maschile dei padri vocazionisti con il Padre Generale e tutti i confratelli,  quello femminile delle suore vocazioniste con la madre Generale Suor Maria Chiara Vitale e tutte le consorelle. Presenti le autorità politiche con il Presidente della Municipalita’ Andrea Saggiomo, le autorità militari con il comandante Mario Baronovi della Caserma dei Carabinieri di Pianura, l’associazione dei Carabinieri sezione di Pianura e l’associazione della Stampa Campana con il Presidente Claudio Ciotola. Dopo la celebrazione eucaristica si è  passati nel giardino della casa madre dove si è piantato un ulivo, un segno di vita e speranza. Restiamo in attesa di conoscere la data per la Canonizzazione del Besto Giustino Russolillo.

Vi proponiamo un’ ultima intervista  della Madre Superiora delle suore vocazioniste Suor Maria Chiara Vitale, nel suo racconto del Beato Giustino Maria Russolillo.

“Lui aveva una grande sete di anime, di diffondere la verità che di Cristo e della Chiesa, tutto il patrimonio che si portava dentro era una ricchezza incontenibile e il Signore gli ha preparato la strada per adempiere all’opera a cui noi attualmente assistiamo. Lui Si lasciava interrogare dallo Spirito e dalle circostanze. Quando veniva a pianura nel seminario, all’epoca un giovane sacerdote, raccoglieva i ragazzi ed era un’attrazione per loro, lui soffriva nel lasciarli e quando questi gli dicevano Don Giustino noi vogliamo diventare come te ma non possiamo permetterci la retta in seminario, per lui diventava un interrogativo molto forte e il signore gli ha fatto sapere che doveva spendere la sua vita per curare questi ragazzi, per curare la loro vocazione, ed è per questo che lui a questi ragazzi rispondeva : “non vi preoccupate a questo ci penso io” ed infatti così che è nata la congregazione, per aiutare le vocazioni”.

Lascia un commento

Devi essere Autenticato per scrivere un commento